Di cibo e altri racconti..........

venerdì, aprile 20, 2007

Ma non posti più?


Questa è la domanda che mi fa più piacere sentirmi fare!

Ma ma ma...non c'è una risposta. Il mio progetto è di riprendere a cucinare, sperimentare odorare il più presto possibile. Il blog è qui e conto di riprenderelo fra le mani il più presto possibile!

Ora immaginatemi così. Come questo panda. Sono sfinita di belle emozioni e di stanchezza.

Io e il fotografo si va a vivere insieme! Figo vero? Si figo. Se non fosse per quelle tre o quattro cretinate che la questione comporta....Operai muro bianco o muro colorato. No amore il fucsia mi fa proprio schifo. Dai dai compriamo questo bellisssimo pennello che fa i disegni a canalette che ci faccio tutta la camera da letto. No no che schifo. I faretti li mettiamo a L o a T? E il polacco santo che ci aiuta si improvvisa in architetto. No signora i faretti io così non li metto (?) Chi ci presta una macchina per andare al Brico? Ah si la vecchia zia, ma mi raccomando ragazzi tra due ore mi serve. Corri corri ingurgita il pranzo immagazzina nozioni del commesso del brico, perchè la tempera va solo sui soffitti e la lavabile? Per quanti mq? Boh. Ma che ne so io. Giri i tacchi e ci fai stare pure una puntata da Ikea, sbatti sui passeggini, sgomita tira ,improvvisati funambolo per correre al reparto che ti interessa. In cinque minuti avrai speso soldi per una cosa che non andava bene. Ma tanto, si ride.

Mettiamo una punta di blu nella vernice dai dai . Ma no che fa freddo. Allora una punta di marrone. Mddaaiii!

Bianco. Ok. tutto bianco. Ammazza come acceca. Quanto manca? oddio. Tutto bianco, non mi ero accorta che le porte le finestre gli infissi sono tutti beige crema andata a male . A chi tocca? a te amore, sei così brava con lo smalto! Quanto erano alte le finestre? Più di due metri? ma fino ad oggi come ho fatto?

Ops. non c'è la cucina. Ma quanto manca? Una settimana amore! Una settimanaaaaa e i cartoni? chi ce li da? chi ce li porta? chi li riempie?

E qui. una digressione. Lascio di nuovo la mia casa. Per un'avventura sicuramente bellissima ed emozionante. Ma rinscatolare tutta la mia vita per l'ennesima volta mi da un nonsochè di nomade sotto l'effetto di droghe leggere. La vita va avanti e le avventure si vivono. Si ricomincia tutto nuove abitudini nuovi orari e nuovo amore da dare e ricevere. O semplicemente da annusare nell'aria già la mattina appena svegli.

Ora voi mi dite in tutto questo marasma, come faccio io a decidere pure sul mio tfr?