Di cibo e altri racconti..........

giovedì, gennaio 04, 2007

Risotto Barolo & scamorza

Allora. Prima di tutto BUON ANNO!

Ricomincio l'anno postando una ricetta che mi sta tanto a cuore, è un risotto che faccio spessissimo, per le serate tranquille, quando dopo una settimana delirante ti concedi finalmente un buon bicchiere di vino e ti rilassi seguendo la preparazione del riso...

Specifico, la ricetta originale richiede il barolo e se lo si ha sicuramente viene buonissimo!

Ehm, io personalmente la faccio sempre con il Chianti classico, almeno del 2003. Il vino non deve essere troppo giovane altrimenti inacidisce tutto.

Bene. Cominciamo!

Per 2 porzioni:

- 3 tazzine da caffè colme di riso

-1 litro di brodo vegetale o acqua leggermente salata

-1 bicchiere colmo di vino rosso

-1 scalogno! piccolo

-una fetta di guanciale

-mezza scamorza affumicata

-Olio evo e Sale qb

Mettere a bollire il brodo. Tagliare a dadini il guanciale e mettere da parte. Affettare sottilmente lo scalogno e farlo imbiondire in una padella capiente con 3 cucchiai di olio. Aggiungere anche il guanciale e far andare finchè il grasso non sarà trasparente. Aggiungere il riso e far tostare. Innaffiare con il bicchiere di vino, far asciugare ed iniziare ad aggiungere il brodo bollente a mestoli coprendo il riso ogni volta che si asciuga l'acqua, fino a cottura ultimata. E' preferibile non toccare il riso mentre è in cottura, lasciarlo fermo e immobile e aggiungere solo acqua. Nel mentre tagliare la scamorza in pezzi abbastanza piccoli.

Un paio di minuti prima della fine della cottura aggiungere al risotto la scamorza tagliata e girare fin quando non si scioglierà e mischierà al riso. Servire!

7 commenti:

Pubblivora ha detto...

mai provato il risotto alle fragole?
Non storcere il naso, che ti vedo.

La Ballera ha detto...

:))))) mi piacerebbe provarlo!!!
se hai la ricetta passamela dai!!!
miiii quanti punti esclamativi uso quest'anno????

Francesco ha detto...

"...e ti rilassi seguendo la preparazione del riso..."

Io non so come ti rilassi tu ma a me, l'unica volta che ho fatto un risotto, è venuto un bicipite alla Bruce Willis....

La Ballera ha detto...

Eh no francè!
"E' preferibile non toccare il riso mentre è in cottura, lasciarlo fermo e immobile e aggiungere solo acqua"
Davvero, prova!
io ho tutte padelle antiaderenti, ma mio papà lo fa anche con quelle normali!
su su ! mettiti a cucinare!

Norma Manhattan ha detto...

Riso alle fragole??? Pepa io no! (Questo, se non fosse chiaro, è un chiaro invito a farti cucinare :-))

Ho provato, non ho toccato il riso mentre cuoceva... oddio non mi sono rilassata un granché, temevo un'esplosione :-)) Tutto bene, molto buono.

Grazie per il consiglio!

La Ballera ha detto...

VOGLIAMO LA RICETTA DEL RISO ALLE FRAGOLEEE!

Riccardo ha detto...

Bentornata intanto e tanti auguri di buon anno, che sia sempre più slow, che ce n'è davvero bisogno.
un abbraccio,
Riccardo.

p.s. davvero appetitosa questa ricetta.