Di cibo e altri racconti..........

venerdì, maggio 19, 2006

Mini cakes al tè verde & geranio




Un abbinamento per festeggiare l’arrivo del caldo del sole e dei colori. (In verità anche in onore dei bellissimi e primi gerani della mia vita fioriti in balcone!)
Aggiungendo i petali di geranio nell’impasto si ottiene una lievissima sfumatura di profumo nei cake.
Le foglie all’interno si sono praticamente sciolte. Consiglio, per mantenere un effetto ottico, di mettere i petali appoggiati sull’impasto prima di infornare. Dovrebbero restare….

Per 6 mini cakes

-100gr di burro salato
-100gr di zucchero a velo
-120 gr di farina
-2 uova
-50gr di farina di mandorle
-un cucchiaino pieno di lievito
- 2 cucchiani di tè verde in polvere
-1 pizzico di sale
- fiori di geranio (fucsia!!)
-stampini da muffin

Riscaldare il forno a 210°.

Mescolare in un recipiente la farina il lievito e il tè in polvere.
Rompere le uova separando gli albumi dai tuorli. Mescolare in un recipiente capiente i tuorli con lo zucchero e le mandorle. Una volta mescolati aggiungere il burro a temperatura ambiente e tagliato a pezzettini. Mescolare con le fruste fino a che il composto non risulti liscio.
Montare a neve gli albumi con un pizzico di sale.
Incorporare la farina con i tuorli, far amalgamare e a poco a poco aggiungere gli albumi montati.
Lavare i petali di geranio e incorporarli delicatamente al composto.
Imburrare gli stampini da muffin e versare il composto lasciando mezzo centimetro libero dal bordo.

Infornare ed abbassare la temperatura del forno a 160°. Sfornare dopo circo 40 minuti.Non aprire mai il forno. Togliere dagli stampini una volta intiepidito il tutto e far raffreddare su una griglia !

4 commenti:

Juliette Godart ha detto...

Ehi che eleganza! Ma profumavano di geranio?

La Ballera ha detto...

Grazie cara!
Beh...il sentore è lontanissimo diciamo.....però è stato divertente provare!

apprendistacuoca ha detto...

è la 4 volta che passo di qui ma non riesco a trovare le parole giuste...è banale ma....SONO BELLISSIMI!non sapevo che si potesse mangiare il geranio, cioè, ha un sapore interessante?

Francesca ha detto...

esperimento ardito ma molto colorato:)